DIritto Fallimentare

Fallimento ammissione al passivo decreto ingiuntivo

la ammissione al passivo del fallimento di un credito per cui e' stato emesso decreto ingiuntivo e' condizionata alla apposizione del visto di esecutorieta', di cui all'articolo 647 c.p.c., in data anteriore alla dichiarazione di fallimento. Non e' invece sufficiente la mera attestazione del Cancelliere di mancata proposizione della...
DIritto Fallimentare

Fallimento autonomia azioni verso soggetti solidalmente obbligati

l'autonomia delle azioni proponibili da un creditore verso piu' soggetti solidalmente obbligati nei suoi confronti opera anche nel caso del fallimento di uno di essi, con la conseguenza che, mentre l'azione verso il fallito comporta il ricorso alla procedura speciale dell'insinuazione al passivo del credito (e quindi l'improcedibilita' della...
DIritto Fallimentare

Notifica ricorso dichiarazione di fallimento sede della società cancellata

una societa' cancellata dal registro delle imprese puo' essere dichiarata fallita entro l'anno dalla cancellazione, sicche' il procedimento prefallimentare e le eventuali successive fasi impugnatorie possono svolgersi nei confronti della societa' estinta che non perde, nell'ambito concorsuale, la propria capacita' processuale. Cio' comporta che lo stesso ricorso per la...
DIritto Fallimentare

Concordato fallimentare ad iniziativa del terzo tutela del debitore

in caso di concordato fallimentare ad iniziativa del terzo, occorre evitare "un ingiustificato sacrificio per le ragioni del debitore, il quale, non essendo parte dell'accordo intervenuto tra il proponente ed i creditori, puo' vedersi sottrarre i suoi beni sulla base di una valutazione che, pur idonea a soddisfare i...
DIritto Fallimentare

Concordato preventivo notifica decreto udienza camerale di omologazione

il voto espresso, ancorche' con dichiarazione trasmessa al commissario giudiziale a mezzo p.e.c., prima del deposito della relazione di cui alla L. Fall., articolo 172 e dell'adunanza dei creditori, e' valido, purche' trovi esatta corrispondenza con la proposta definitiva presentata dal debitore, e, se negativo, deve essere tenuto in...
DIritto Fallimentare

Revoca del fallimento remissione della causa al primo giudice

in ogni ipotesi di revoca del fallimento che non precluda la rinnovazione della dichiarazione medesima, come nel caso di meri vizi procedurali, il giudice del reclamo deve rimettere la causa al primo giudice, il quale, rinnovati gli atti nulli, provvede sulla corrispondente istanza. Non osta a una simile statuizione...
DIritto Fallimentare

Prova dei requisiti di non fallibilità bilanci non tempestivamente depositati

l'esame dei bilanci, ove non depositati o non tempestivamente depositati, possa dare luogo a dubbi circa la loro attendibilita', anche in conseguenza delle tempistiche osservate (o non osservate) nell'esecuzione di tali adempimenti formali". In tali casi, "il giudice potra' non tenere conto dei bilanci prodotti, di conseguenza rimanendo l'imprenditore...
DIritto Fallimentare

Opposizione stato passivo mancata produzione provvedimento impugnato

in tema di opposizione allo stato passivo del fallimento nel regime previsto dal decreto correttivo n. 169 del 2007, la mancata produzione di copia autentica del provvedimento impugnato non costituisce causa di improcedibilita' del giudizio, non potendo la predetta opposizione essere qualificata come un appello, pur avendo natura impugnatoria";...
DIritto Fallimentare

Fallimento situazione patrimoniale accertamento dello stato di insolvenza

la situazione patrimoniale, economica e finanziaria aggiornata non provano la solvibilità dell'impresa, poiché, in tema di fallimento, ai fini dell'accertamento dello stato di insolvenza, è l'obiettiva incapacità dell'imprenditore di adempiere alle obbligazioni che assume rilievo", con la conseguenza che "non esclude l'insolvenza uno stato patrimoniale caratterizzato dall'eccedenza delle poste...
DIritto Fallimentare

Legittimazione dichiarazione di fallimento definitivo accertamento credito

in tema di iniziativa per la dichiarazione di fallimento, L. fall., articolo 6, laddove stabilisce che il fallimento e' dichiarato, tra l'altro, su istanza di uno o piu' creditori, non presuppone un definitivo accertamento del credito in sede giurisdizionale, ne' l'esecutivita' del titolo, essendo viceversa a tal fine sufficiente...

I Più Letti

Avvocato

Avvocato pagamento compenso ricorso ex art. 702 bis c.p.c.

per ottenere il pagamento del proprio compenso, il legale potrà proporre ricorso ex art. 702 bis c.p.c. (che dà luogo ad un procedimento sommario...