17
Nov

Infortunio sul lavoro e rischio elettivo

In tema di infortuni sul lavoro, il cd. rischio elettivo, che comporta la responsabilita’ esclusiva del lavoratore, sussiste soltanto ove questi abbia posto in essere un contegno abnorme, inopinabile ed esorbitante rispetto al procedimento lavorativo ed alle direttive ricevute, sulla base di una scelta arbitraria volta a creare e ad affrontare, volutamente, per ragioni o...

Read More
03
Ott

Licenziamento ritorsivo

in tema di licenziamento nullo perche’ ritorsivo, il motivo illecito addotto ex articolo 1345 c.c. deve essere determinante, cioe’ costituire l’unica effettiva ragione di recesso, ed esclusivo nel senso che il motivo lecito formalmente addotto risulti insussistente nel riscontro giudiziale; ne consegue che la verifica dei fatti allegati dal lavoratore, ai fini dell’applicazione della tutela...

Read More
02
Ott

Mansioni superiori e effetto stabilizzazione

è da escludere che l’esercizio di mansioni superiori determini l’effetto di stabilizzazione di cui all’art. 2103 c.c., proprio per quel principio generale, insuperabile, di cui al comma primo, dell’insensibilità dell’inquadramento formale rispetto alla realtà fattuale. L’assegnazione fuori dei limiti consentiti è nulla, cioè è improduttiva di effetti, giuridici e contrattuali, mentre genera invece il solo...

Read More
28
Set

Impugnabilità verbale di conciliazione sindacale

Si ritiene che, la condizione per l’impugnabilità nei termini previsti dal 2113 c.c. del verbale di conciliazione sindacale sottoscritto dal lavoratore, è data dall’ineffettività dell’assistenza prestata in sede conciliativa dal rappresentante sindacale.Premessa l’essenzialità dell’assistenza effettiva dell’esponente sindacale, idonea a sottrarre il lavoratore a quella condizione di inferiorità che, secondo la mens legis, potrebbe indurlo altrimenti...

Read More
18
Set

Codice disciplinare e regolamento aziendale

In tema di sanzioni disciplinari, qualora le violazioni contestate non consistano in condotte contrarie ai doveri fondamentali del lavoratore, rientranti nel cd. minimo etico o di rilevanza penale, bensi’ nella violazione di norme di azione derivanti da direttive aziendali, suscettibili di mutare nel tempo, in relazione a contingenze economiche e di mercato ed al grado...

Read More
18
Set

Premio produzione e premio presenza

per fruire della decontribuzione, il premio aziendale e’ sufficiente che persegua il miglioramento in termini di produttivita’ e di qualita’ delle prestazioni lavorative; pertanto, ben puo’ legare l’attribuzione del premio ad aspetti quali la presenza. Peraltro, se e’ vero che la valutazione del costo di produzione poggia sulla considerazione del valore ordinario del tempo programmato...

Read More
18
Set

Contratti dei docenti di religione non di ruolo

In materia di contratti di assunzione dei docenti di religione non di ruolo nella scuola pubblica, la Corte con la sentenza in oggetto ha enunciato i seguenti principi di diritto: “Stante l’impossibilita’ di conversione a tempo indeterminato dei contratti annuali dei docenti non di ruolo di religione cattolica in corso, per i quali la contrattazione...

Read More
18
Set

Assenza per malattia e licenziamento

il licenziamento intimato per il perdurare delle assenze per malattia od infortunio del lavoratore, ma prima del superamento del periodo massimo di comporto fissato dalla contrattazione collettiva o, in difetto, dagli usi o secondo equita’, e’ nullo per violazione della norma imperativa di cui all’articolo 2110 c.c., comma 2.

Read More
18
Set

Prescrizione contributi gestione separata

la prescrizione dei contributi dovuti alla Gestione separata decorre dal momento in cui scadono i termini per il relativo pagamento e non gia’ dalla data di presentazione della dichiarazione dei redditi ad opera del titolare della posizione assicurativa, in quanto l’obbligazione contributiva e’ correlata alla produzione di un certo reddito da parte del soggetto obbligato,...

Read More
01
Set

Licenziamento disciplinare nel pubblico impiego

In tema di licenziamento disciplinare nel pubblico impiego privatizzato, le fattispecie legali di licenziamento per giusta causa e giustificato motivo, introdotte dal Decreto Legislativo n. 165 del 2001, articolo 55 quater, comma 1, lettera da a) ad f), e comma 2, costituiscono ipotesi aggiuntive rispetto a quelle individuate dalla contrattazione collettiva – le cui clausole,...

Read More
23
Ago

Somministrazione di lavoro

Una interpretazione conforme nella normativa interna impone di verificare nel caso concreto, anche sulla base degli indici indicati dalla Corte di giustizia europea, se nonostante l’intervenuta decadenza dalla impugnativa del singolo contratto, il successivo e continuo invio mediante missioni del medesimo lavoratore possa condurre ad un abusivo ricorso all’istituto della somministrazione.

Read More
21
Lug

Infortunio sul lavoro danno biologico temporaneo

In caso di infortunio sul lavoro, l’attuale sistema assicurativo non copre, il danno biologico temporaneo. Infatti il danno biologico risarcito e risarcibile dall’INAIL è solo quello relativo all’inabilità permanente non essendo resarciti e risarcibili dall’INAIL sia il danno biologico temporaneo che il danno morale.

Read More
01
Dic

Indebito pensionistico termini recupero

La L. n. 412 del 1991, articolo 13, comma 2, laddove prevede che l’INPS provvede, entro l’anno successivo, al recupero di quanto eventualmente pagato in eccedenza, va inteso nel senso che entro tale termine l’Istituto deve formalizzare la richiesta di restituzione dell’importo ritenuto indebito e cioe’ deve iniziare il procedimento amministrativo di recupero portandolo a...

Read More
22
Nov

Indennità di trasferta quando spetta

l’indennita’ di trasferta che, e’ un emolumento corrisposto al lavoratore in relazione ad una prestazione effettuata, per limitato periodo di tempo e nell’interesse del datore, al di fuori della ordinaria sede lavorativa, volto a compensare i disagi derivanti dall’espletamento del lavoro in luogo diverso dao’ quello previsto, senza che rilevi, ai fini dell’insorgenza del diritto,...

Read More
29
Ott

Licenziamento per frasi offensive

in relazione alla fattispecie di messaggi di contenuto offensivo o diffamatorio diffusi dal dipendente tramite strumenti informatici, si distingue tra: – messaggi diffusi tramite strumenti potenzialmente idonei a raggiungere un numero indeterminato di persone – messaggi inviati tramite strumenti ad accesso limitato (ad esempio chat private) con esclusione della possibilità che le comunicazioni ivi inserite...

Read More
13
Ott

Rifiuto del lavoratore di usare dispositivi di sicurezza

le mascherine sono considerate dal legislatore un dispositivo di protezione individuale e pertanto il persistente rifiuto da parte del lavoratore di utilizzare i dispositivi di protezione individuale giustifica il licenziamento intimato all’inadempiente.

Read More
13
Ott

Registrazioni sul luogo di lavoro

l’utilizzo a fini difensivi di registrazioni di colloqui tra il dipendente ed i colleghi sul luogo di lavoro non necessita del consenso dei presenti ciò in ragione dell’imprescindibile necessità di bilanciare le contrapposte istanze della riservatezza da una parte e della tutela giurisdizionale del diritto dall’altra e pertanto di contemperare la norma sul consenso al...

Read More
01
Dic

Diritto di precedenza contratti a termine

Ferma la sussistenza dei requisiti dello svolgimento presso la stessa azienda dell’attività lavorativa per un periodo superiore a sei mesi e del limite temporale di 12 mesi dalla cessazione del rapporto a termine, l’art. 24 del dlgs n. 81/205 è chiaro nel riconoscere il diritto di precedenza solamente nell’ipotesi in cui il datore di lavoro...

Read More
01
Dic

Successione contratti collettivi

Le disposizioni dei contratti collettivi si incorporano nel contenuto dei contratti individuali, ma operano dall’esterno come fonte eteronoma di regolamento, concorrente con la fonte individuale, sicché nell’ipotesi di successione tra contratti collettivi, le precedenti disposizioni possono essere modificate da quelle successive anche in senso sfavorevole al lavoratore, con il solo limite dei diritti quesiti, intendendosi...

Read More
25
Nov

Rifiuto del lavoratore di svolgere la prestazione

In tema di licenziamento per giusta causa, il rifiuto del lavoratore di adempiere la prestazione secondo le modalità indicate dal datore di lavoro è idoneo, ove non improntato a buona fede, a far venir meno la fiducia nel futuro adempimento e a giustificare pertanto il recesso, in quanto l’inottemperanza ai provvedimenti datoriali, pur illegittimi, deve...

Read More
12
Nov

Attività lavorativa svolta per associazione di volontariato

Anche con riferimento ai rapporti di natura religiosa, è stato ritenuto applicabile il principio, secondo cui ogni attività oggettivamente configurabile come prestazione di lavoro subordinato si presume effettuata a titolo oneroso, ma può essere ricondotta ad un rapporto diverso, istituito affectionis vel benevolentiae causa, caratterizzato dalla gratuità della prestazione, solo ove risulti dimostrata in concreto...

Read More
31
Ott

Diritto di sciopero presupposti e modalità di attuazione

il diritto di sciopero, che l’art. 40 Cost. attribuisce direttamente ai lavoratori, non incontra – stante la mancata attuazione della disciplina legislativa prevista da detta norma – limiti diversi da quelli propri della ratio storico-sociale che lo giustifica e den’intangibilità di altri diritti o interessi costituzionalmente garantiti. Pertanto, sotto il primo profilo, non si ha...

Read More
07
Lug

Licenziamento senza preavviso

il licenziamento senza preavviso risulta ampiamente giustificato non solo dalle ipotesi tipizzate nei C.C.N.L. richiamate nell’atto espulsivo ma anche ai fini della nozione legale di giusta causa di licenziamento prevista dall’art. 2119 cod. civ., in conformità ai condiviso orientamento della giurisprudenza di legittimità.

Read More
12
Set

Trasferimento di azienda cessione dei contratti di lavoro

la cessione dei contratti di lavoro, nell’ipotesi di trasferimento di azienda, avviene automaticamente ex articolo 2112 c.c. e, nella concreta fattispecie, essa si era gia’ verificata nel novembre 2012, sicche’ non vi era alcuna necessita’, ne’ onere per i lavoratori, di far valere formalmente nei confronti della cessionaria l’avvenuta prosecuzione dei rispettivi rapporti di lavoro...

Read More
24
Lug

Competenza territoriale controversie rapporto di lavoro persone detenute

Nelle controversie relative al rapporto di lavoro delle persone detenute all’interno degli istituti penitenziari, non è applicabile il criterio di competenza territoriale di cui all’art. 413, quinto comma, cod. proc. civ., da intendersi specificamente riferito ai rapporti di lavoro pubblico, mentre sono applicabili i criteri previsti dall’art. 413, secondo comma, cod. proc. civ., svolgendosi tali...

Read More
27
Mag

Trasferimento d’azienda licenziamento illegittimo art 2112 cc

l’effetto estintivo del licenziamento illegittimo intimato in epoca anteriore al trasferimento d’azienda, in quanto meramente precario e destinato ad essere travolto dalla sentenza di annullamento, comporta che il rapporto di lavoro ripristinato tra le parti originarie si trasferisce, ai sensi dell’art. 2112 c.c., in capo al cessionario.

Read More
24
Feb

Malattia del lavoratore dipendente da causa di servizio

La dipendenza della malattia del lavoratore da una “causa di servizio” non implica, ne’ puo’ far presumere, che l’evento dannoso sia derivato dalle condizioni di insicurezza dell’ambiente di lavoro, essendo possibile che la patologia accertata debba essere collegata alla qualita’ intrinsecamente usurante della ordinaria prestazione lavorativa ed al logoramento dell’organismo del dipendente esposto ad un...

Read More
24
Feb

Licenziamento del dirigente

ai fini della “giustificatezza” del licenziamento del dirigente, puo’ rilevare qualsiasi motivo, purche’ esso possa costituire la base per una motivazione coerente e sorretta da motivi apprezzabili sul piano del diritto, a fronte del quale non e’ necessaria una analitica verifica di specifiche condizioni, ma e’ sufficiente una valutazione globale che escluda l’arbitrarieta’ del licenziamento...

Read More
24
Feb

Rinnovazione del licenziamento disciplinare nullo per vizio di forma

E’ consentita la rinnovazione del licenziamento disciplinare nullo per vizio di forma in base agli stessi motivi sostanziali determinativi del precedente recesso, anche se la questione della validita’ del primo licenziamento sia ancora “sub iudice”, purche’ siano adottate le modalita’ prescritte, omesse nella precedente intimazione. Tale rinnovazione, risolvendosi nel compimento di un negozio diverso dal...

Read More
24
Feb

Mobbing onere del lavoratore di allegare e provare fatti lesivi

stante la natura contrattuale della responsabilita’ incombente sul datore di lavoro in relazione al disposto dell’articolo 2087 c.c., spetta al lavoratore lo specifico obbligo di provare il fatto costituente inadempimento dell’obbligo di sicurezza nonche’ il nesso di causalita’ materiale tra l’inadempimento e il danno subito. Con specifico riferimento al c.d. mobbing, costituisce onere del lavoratore...

Read More
15
Feb

Licenziamento indennità risarcitoria retribuzione globale di fatto

l’indennita’ risarcitoria di cui alla L. 20 maggio 1970, n. 300, articolo 18 deve essere liquidata in riferimento alla retribuzione globale di fatto spettante al lavoratore al tempo del licenziamento, comprendendo nel relativo parametro di computo non soltanto la retribuzione base, ma anche ogni compenso di carattere continuativo che si ricolleghi alle particolari modalita’ della...

Read More
15
Feb

Valutazione legittimità del licenziamento disciplinare di un lavoratore

Ed in effetti, seppure e’ vero che la valutazione in ordine alla legittimità del licenziamento disciplinare di un lavoratore per una condotta contemplata, a titolo esemplificativo, da una norma del contratto collettivo fra le ipotesi di licenziamento per giusta causa deve essere, in ogni caso, effettuata attraverso un accertamento in concreto, da parte del giudice...

Read More
15
Feb

Lavoratore dipendente rifiuto di eseguire prestazione lavorativa

l’illegittimo comportamento del datore di lavoro, consistente nell’assegnare il dipendente a mansioni inferiori a quelle corrispondenti alla sua qualifica, puo’ giustificare il rifiuto della prestazione lavorativa, purche’ tale reazione sia connotata da caratteri di positivita’, risultando proporzionata e conforme a buona fede, dovendo in tal caso il giudice adito procedere ad una valutazione complessiva dei...

Read More
29
Gen

Divieto assunzione lavoratori subordinati senza tramite ufficio collocamento

La sanzione pecuniaria prevista per la inosservanza del divieto di assunzione di lavoratori subordinati senza il tramite dell’ufficio di collocamento va posta a carico dell’amministratore dell’ente che con la sua condotta ha determinato l’illecito, in quanto tale condotta, esigendo per sua natura il dolo o la colpa, e’ addebitabile solo a una persona fisica, salva...

Read More
28
Gen

Rapporto di lavoro subordinato subordinazione elemento tipico

l’elemento tipico che contraddistingue il rapporto di lavoro subordinato è costituito dalla subordinazione, intesa, come innanzi detto, quale disponibilità del prestatore nei confronti del datore di lavoro, con assoggettamento alle direttive dallo stesso impartite circa le modalità di esecuzione dell’attività lavorativa; mentre, è stato pure precisato, altri elementi – come l’assenza del rischio economico, il...

Read More
28
Gen

Mobbing in ambiente lavorativo comportamenti persecutori costanti univoci

si ha “mobbing” allorché, in ambiente lavorativo, sia stata messa in atto, volontariamente, una vera e propria strategia contro un determinato lavoratore al fine di isolarlo, emarginarlo e di annientarlo sul piano psicologico, vaie a dire un processo, o, meglio, un escalation di azioni e comportamenti persecutori costanti ed univoci, diretti a danneggiare gravemente il...

Read More
28
Gen

Licenziamento accertamento intento ritorsivo datore di lavoro

i fini dell’accertamento dell’intento ritorsivo del licenziamento, non è sufficiente la deduzione di appartenenza del lavoratore ad un sindacato, o la sua partecipazione attiva ad attività sindacali, ma è necessaria la prova della sussistenza di un rapporto di causalità tra tali circostanze e l’asserito intento di rappresaglia, dovendo, in mancanza, escludersi la finalità ritorsiva del...

Read More
28
Gen

Accertamento invalidità contratto lavoro ordine giudiziale ripristino rapporto

Nella situazione in cui il lavoratore, dopo avere richiesto l’accertamento giudiziale della invalidita’ del contratto in violazione di norme imperative ed ottenuto l’ordine giudiziale di ripristino del rapporto, offra al datore di lavoro la sua prestazione, senza essere riammesso in servizio, deve evitarsi che egli subisca le ulteriori conseguenze sfavorevoli derivanti dalla condotta omissiva del...

Read More
28
Gen

Pubblico impiego contrattualizzato assegnazione di mansioni equivalenti

in tema di pubblico impiego contrattualizzato, ove il lavoratore agisca per il riconoscimento del diritto all’assegnazione di mansioni equivalenti alle ultime esercitate, resta esclusa la possibilita’ della disapplicazione qualora le nuove mansioni rientrino nella medesima area professionale prevista dal contratto collettivo, restando la materia della mansioni del pubblico dipendente disciplinata compiutamente dal Decreto Legislativo n....

Read More
28
Gen

Condotta illecita extralavorativa licenziamento per giusta causa

ai fini del licenziamento per giusta causa, rileva soltanto la mancanza del lavoratore tanto grave da giustificare l’irrogazione della sanzione espulsiva, dovendosi valutare il comportamento del prestatore nel suo contenuto oggettivo – ossia con riguardo alla natura e alla qualita’ del rapporto, al vincolo che esso comporta e al grado di affidamento che sia richiesto...

Read More
23
Set

Contratto di apprendistato formazione ruolo preminente

nel contratto di apprendistato, rispetto all’attività lavorativa, la formazione assume un ruolo assolutamente preminente, ponendosi essa quale strumento per la realizzazione di finalità considerate già di alto valore sociale dalla Costituzione (art. 35 comma 2); il che spiega quelle norme miranti, da una parte, a rendere effettiva quella finalità ( così quelle norme che disciplinano...

Read More
13
Set

Licenziamento superamento periodo di comporto

Il licenziamento intimato per il perdurare delle assenze per malattia od infortunio del lavoratore, ma prima del superamento del periodo massimo di comporto fissato dalla contrattazione collettiva o, in difetto, dagli usi o secondo equita’, e’ nullo per violazione della norma imperativa di cui all’articolo 2110 cod. civ., comma 2  

Read More
12
Set

Infortunio sul lavoro interruzione nesso causale

L’interruzione del nesso causale e’ infatti ravvisabile qualora il lavoratore ponga in essere una condotta del tutto esorbitante dalle procedure operative alle quali e’ addetto ed incompatibile con il sistema di lavorazione ovvero non osservi precise disposizioni antinfortunistiche. E’ dunque abnorme il comportamento del lavoratore che, per la sua stranezza e imprevedibilita’, si ponga al...

Read More
09
Giu

Licenziamento effetti sulla continuità del rapporto di lavoro

Corte di Cassazione, Sezione Lavoro civile Ordinanza 8 maggio 2018, n. 10968 nei rapporti sottratti al regime della tutela reale (come e’ da ritenere quello in esame, non risultando posta nei gradi di merito la questione dell’applicabilita’ della L. n. 300 del 1970, articolo 18), il licenziamento affetto da uno dei vizi formali di cui...

Read More
04
Giu

Contratto lavoro part time variazione orario di lavoro

Corte di Cassazione, Sezione Lavoro civile Ordinanza 26 aprile 2018, n. 10142 la modalita’ oraria e’ un elemento qualificante della prestazione oggetto del contratto part-time sicche’, la variazione, in aumento o in diminuzione, del monte ore pattuito, costituisce una novazione oggettiva dell’intesa negoziale inizialmente concordata, che richiede una rinnovata manifestazione di volonta’, e non e’...

Read More
04
Giu

Lavoro subordinato sospensione cautelare reintegra in servizio

Corte di Cassazione, Sezione Lavoro civile Sentenza 26 aprile 2018, n. 10137 a) la sospensione cautelare facoltativa disposta ai sensi del Decreto del Presidente della Repubblica n. 3 del 1957, in quanto misura cautelare e interinale, e’ per sua natura correlata alla definizione del procedimento disciplinare e diviene priva di titolo qualora all’esito del processo...

Read More
04
Giu

Lavoro natura del rapporto del dirigente

Corte di Cassazione, Sezione Lavoro civile Sentenza 23 aprile 2018, n. 9955 Quello dei dirigenti e’ un rapporto di lavoro di natura speciale per la peculiare collocazione che ad esso va riconosciuta all’interno dell’organizzazione aziendale, richiedente la permanenza del profilo fiduciario, che non ne ha mai consentito una completa omologazione a quello degli altri lavoratori...

Read More
29
Mag

Diritto del padre di fruire indennità di maternità in sostituzione della madre

Corte di Cassazione, Sezione Lavoro civile Sentenza 27 aprile 2018, n. 10282 Deve, pertanto, ritenersi che, nei limiti fattuali e processuali sopra delineati in cui la tutela richiesta si realizza con la mera affermazione del diritto a fruire dell’indennita’ genitoriale, in assenza di contrasti tra genitori sulla concreta modulazione dei rispettivi diritti, la pronuncia sia...

Read More
29
Mag

Demansionamento responsabilità contrattuale datore lavoro

Corte di Cassazione, Sezione Lavoro civile Sentenza 20 aprile 2018, n. 9901 nell’ipotesi di demansionamento, il danno non patrimoniale e’ risarcibile ogni qual volta la condotta illecita del datore di lavoro abbia violato, in modo grave, i diritti del lavoratore che siano oggetto di tutela costituzionale, in rapporto alla persistenza del comportamento lesivo (pure in...

Read More
14
Mag

Licenziamento giustificato motivo oggettivo accetamento nesso causale

Corte di Cassazione, Sezione Lavoro civile Sentenza 20 aprile 2018, n. 9895 deve sempre essere verificato il nesso causale tra l’accertata ragione inerente l’attivita’ produttiva e l’organizzazione del lavoro come dichiarata dall’imprenditore e l’intimato licenziamento in termini di riferibilita’ e di coerenza rispetto all’operata ristrutturazione”, perche’ “ove il nesso manchi, anche al fine di individuare...

Read More
14
Mag

Licenziamento illegittimo onere di contestazione datore lovoro

Corte di Cassazione, Sezione L civile Sentenza 3 maggio 2017, n. 10699 in tema di licenziamento illegittimo, il datore di lavoro che contesti la richiesta risarcitoria pervenutagli dal lavoratore e’ onerato, pur con l’ausilio di presunzioni semplici, della prova dell’aliunde perceptum o dell’aliunde percipiendum, a nulla rilevando la difficolta’ di tale tipo di prova o...

Read More
14
Mag

Licenziamento giustificato motivo oggettivo riorganizzazione aziendale

Corte di Cassazione, Sezione L civile Sentenza 15 febbraio 2017, n. 4015 Il Collegio condivide e fa propri i principi di diritto recentemente affermati da questa Corte con la sentenza n. 25201 del 2016 con la quale, esaminati i diversi orientamenti espressi in merito alla definizione del giustificato motivo oggettivo, si e’ ritenuto di dovere...

Read More
14
Mag

Licenziamento disciplinare insubordinazione pubblico impiego

la nozione di insubordinazione, nell’ambito del rapporto di lavoro subordinato, non puo’ essere limitata al rifiuto di adempimento delle disposizioni dei superiori, ma implica necessariamente anche qualsiasi altro comportamento atto a pregiudicare l’esecuzione ed il corretto svolgimento di dette disposizioni nel quadro della organizzazione aziendale (Cass. n. 7795 del 2017). Piu’ in generale il lavoratore...

Read More
14
Mag

Licenziamento per giusta causa

Corte di Cassazione, Sezione L civile Sentenza 27 marzo 2017, n. 7795 A tal uopo va ricordato che la giusta causa di licenziamento integra una clausola generale che richiede di essere concretizzata dall’interprete tramite valorizzazione dei fattori esterni relativi alla coscienza generale e dei principi tacitamente richiamati dalla norma, quindi mediante specificazioni che hanno natura...

Read More
14
Mag

Licenziamento disciplinare preventiva contestazione al lavoratore

Corte di Cassazione, Sezione Lavoro civile Sentenza 18 aprile 2018, n. 9590 la previa contestazione dell’addebito, necessaria in funzione dei licenziamenti qualificabili come disciplinari, ha lo scopo di consentire al lavoratore l’immediata difesa e deve conseguentemente rivestire il carattere della specificita’, che e’ integrato quando sono fornite le indicazioni necessarie ed essenziali per individuare, nella...

Read More
14
Mag

Orario di lavoro tempo necessario per indossare la divisa

Corte di Cassazione, Sezione Lavoro civile Ordinanza 17 aprile 2018, n. 9417 eterodeterminazione del tempo e del luogo ove indossare la divisa o gli indumenti necessari per la prestazione lavorativa, che fa rientrare il tempo necessario per la vestizione e svestizione nell’ambito del tempo di lavoro, puo’ derivare non solo dall’esplicita disciplina d’impresa ma anche...

Read More
08
Mag

Licenziamento obbligo del magistrato di accertare infrazioni addebitate al lavoratore

Corte di Cassazione, Sezione 6 L civile Ordinanza 16 aprile 2018, n. 9339 le clausole della contrattazione collettiva che prevedono per specifiche inadempienze del lavoratore la sanzione del licenziamento per giusta causa o giustificato motivo soggettivo non esimono il giudice dall’obbligo di accertare in concreto la reale entita’ e gravita’ delle infrazioni addebitate al dipendente...

Read More
08
Mag

Cessazione stato di bisogno indennità di disoccupazione e di mobilità

Corte di Cassazione, Sezione Lavoro civile Sentenza 16 aprile 2018, n. 9321 Lo svolgimento di un’attivita’ lavorativa autonoma, come, nella specie, quella di amministratore di societa’ per azioni, produttiva di redditivita’, fa cessare lo stato di bisogno connesso alla disoccupazione involontaria e comporta il venir meno tanto del diritto all’indennita’ di disoccupazione quanto del diritto...

Read More
08
Mag

Legge n 223/1991 art 7 comma 5 obbligo di restituzione dell’indennità di mobilità

Corte di Cassazione, Sezione Lavoro civile Sentenza 18 settembre 2007, n. 19338 è del tutto ragionevole far decorrere il periodo di tempo in questione nel momento in cui l’interessato riceve materialmente dall’INPS l’importo dell’anticipazione dell’indennita’ di mobilita’. Infatti, fino a quando egli non incassa l’anticipazione, da un lato, ha titolo per continuare a percepire mensilmente...

Read More
04
Mag

Contribuzione rapporto previdenziale/assistenziale giurisdizione giudice ordinario quale giudice lavoro

Corte di Cassazione, Sezioni Unite civile Ordinanza 21 febbraio 2018, n. 4236 la natura giuridica previdenziale (o assistenziale) della controversia e’ determinata dal dato strutturale di un’obbligazione posta a carico, ad opera di disposizioni inderogabili di legge, non del datore di lavoro, ma di Enti gestori, appunto, di forme obbligatorie di previdenza e assistenza, che...

Read More
03
Mag

Pubblico impiego competenza del giudice ordinario differeze retributive

Corte di Cassazione, Sezioni Unite civile Sentenza 19 gennaio 2018, n. 1412 in tema di pubblico impiego privatizzato, la domanda diretta al riconoscimento del diritto alle differenze retributive, spettanti per il dedotto espletamento di mansioni proprie di una posizione dirigenziale superiore a quella attribuita, ha ad oggetto una posizione di diritto soggettivo perfetto, la cui...

Read More
26
Apr

Lavoro benefici normativi e contributivi art 10 L 30/2003

Corte di Cassazione, Sezione Lavoro civile Sentenza 15 marzo 2018, n. 6428 la L. n. 30 del 2003, articolo 10 laddove sostituendo del Decreto Legge 22 marzo 1993, n. 71, l’articolo 3 convertito dalla L. 20 maggio 1993, n. 151, ha subordinato il riconoscimento di “benefici normativi e contributivi” previsti per le imprese artigiane, commerciali...

Read More
26
Apr

Accordi collettivi di lavoro onere del deposito

Corte di Cassazione, Sezione 6 L civile Ordinanza 15 marzo 2018, n. 6457 L’onere di depositare i contratti e gli accordi collettivi su cui il ricorso si fonda – imposto, a pena di improcedibilita’, dall’articolo 369 c.p.c., comma 2, n. 4, nella nuova formulazione di cui al Decreto Legislativo 2 febbraio 2006, n. 40, –...

Read More
26
Apr

Obbligo del datore di lavoro di vigilare sul delegato alla sicurezza

Corte di Cassazione, Sezione 3 penale Sentenza 28 marzo 2018, n. 14352 in materia di infortuni sul lavoro, gli obblighi di prevenzione, assicurazione e sorveglianza gravanti sul datore di lavoro, possono essere trasferiti ad altri soggetti a condizione che il relativo atto di delega, Decreto Legislativo 9 aprile 2008, n. 81, ex articolo 16, riguardi...

Read More
14
Apr

Determinazione dell’inquadramento di un lavoratore subordinato

Corte di Cassazione, Sezione Lavoro civile Sentenza 26 marzo 2018, n. 7438 il procedimento logico-giuridico diretto alla determinazione dell’inquadramento di un lavoratore subordinato si sviluppa in tre fasi successive, consistenti nell’accertamento in fatto delle attivita’ lavorative in concreto svolte, nell’individuazione delle qualifiche e gradi previsti dal contratto collettivo di categoria e nel raffronto tra il...

Read More
10
Apr

Datore di lavoro osservanza norme antiifortunistiche

Corte di Cassazione, Sezione Lavoro civile Sentenza 15 marzo 2018, n. 6410 Il datore di lavoro, quand’anche abbia affidato al dipendente il compito di vigilare sull’osservanza delle norme antinfortunistiche non e’ esonerato da responsabilita’, fatta eccezione per l’ipotesi limite, di una condotta abnorme ed esorbitante tenuta dal lavoratore. Si tratta percio’ di un obbligo contrattuale,...

Read More
05
Apr

Datore di lovoro posizione di garanzia condizioni di sicurezza

Corte di Cassazione, Sezione 4 penale Sentenza 14 febbraio 2018, n. 7188 Il datore di lavoro, in quanto titolare di una posizione di garanzia in ordine all’incolumita’ fisica dei lavoratori – si e’ peraltro affermato in altre condivisibili pronunce- ha il dovere di accertarsi de rispetto dei presidi antinfortunistici vigilando sulla sussistenza e persistenza delle...

Read More
04
Apr

Danno subito dal lavoratore per violazione disposizioni imperative

Corte di Cassazione, Sezione Lavoro civile Sentenza 13 marzo 2018, n. 6046 il danno subito dal lavoratore derivante dalla prestazione di lavoro in violazione di disposizioni imperative, risarcibile ai sensi dell’articolo 36, comma 2 (nel testo applicabile “ratione temporis” antecedente alle modifiche apportate dalla L. n. 244 del 2007, articolo 3, comma 79), non coincide...

Read More
27
Mar

Fallimento datore lavoro impugnativa licenziamento competenza giudice del lavoro

Corte di Cassazione, Sezione 1 civile Ordinanza 8 marzo 2018, n. 5560 le domande proposte dal lavoratore, una volta intervenuto il fallimento del datore di lavoro, per veder riconoscere il proprio credito e il relativo grado di prelazione, devono essere introdotte nelle forme dell’insinuazione nello stato passivo, pertanto non dinanzi al giudice del lavoro, bensi’...

Read More
27
Mar

Professionista intellettuale assunzione della qualità di imprenditore

Corte di Cassazione, Sezione Lavoro civile Sentenza 14 marzo 2018, n. 6324 anche il professionista intellettuale assume la qualita’ di imprenditore commerciale quando esercita la professione nell’ambito di un’attivita’ organizzata in forma d’impresa, in quanto svolga una distinta e assorbente attivita’ che si contraddistingue da quella professionale per il diverso ruolo che riveste il sostrato...

Read More
27
Mar

Rapporto di lavoro legittimità recesso ad nutum del datore di lovoro

Corte di Cassazione, Sezione Lavoro civile Sentenza 14 marzo 2018, n. 6157 l’inizio del regime di recedibilita’ ad nutum del rapporto di lavoro, contemporaneo alla fine del regime di recedibilita’ causale, attribuisce al datore di lavoro il potere di far cessare immediatamente il rapporto, purche’ (e salva l’ipotesi di giusta causa ex articolo 2119 c.c.)...

Read More
27
Mar

Licenziamento collettivo ristrutturazione specifico settore azienda

Corte di Cassazione, Sezione Lavoro civile Sentenza 14 marzo 2018, n. 6147 in tema di licenziamento collettivo per riduzione di personale, qualora il progetto di ristrutturazione aziendale si riferisca in modo esclusivo ad un’unita’ produttiva o ad uno specifico settore dell’azienda, la platea dei lavoratori interessati puo’ essere limitata agli addetti ad un determinato reparto...

Read More
24
Mar

Lavoro divieto di cumulo della pensione di anzianità con redditi da lavoro

Corte di Cassazione, Sezione Lavoro civile Sentenza 12 marzo 2018, n. 5961   quando l’articolo 44 citato richiama, ai fini della deroga al divieto di cumulo della pensione di anzianita’ con i redditi da lavoro, un’anzianita’ contributiva di 37 anni non puo’ che riferirsi ai contributi utili ai fini del conseguimento della stessa pensione di...

Read More
24
Mar

Dipendenti pubblici indennità per esercizio di mansioni superiori

Corte di Cassazione, Sezione Lavoro civile Ordinanza 13 marzo 2018, n. 6039 in caso di accertato esercizio di mansioni superiori da parte dei dipendenti del Ministero degli Affari Esteri nello svolgimento di servizi effettuati all’estero, l’indennita’ di servizio all’estero, di cui al Decreto del Presidente della Repubblica n. 18 del 1967, articolo 171 – in...

Read More
24
Mar

Danno al lavoratore da cosa in custodia del datore di lavoro

Corte di Cassazione, Sezione Lavoro civile Sentenza 12 marzo 2018, n. 5957 Nel caso in cui un danno sia stato causato al lavoratore da cosa che il datore di lavoro ha in custodia – con il correlato obbligo di vigilanza e controllo su di essa – ove sia accertato il nesso eziologico tra il danno...

Read More
24
Mar

Lavoro premio fedeltà incluso nella retribuzione imponibile a fini contributivi

Corte di Cassazione, Sezione Lavoro civile Sentenza 12 marzo 2018, n. 5948 Il cosiddetto premio fedelta’, erogato dal datore di lavoro ai propri dipendenti dotati di elevata anzianita’ di servizio in azienda all’atto della cessazione del rapporto di lavoro – che e’ un emolumento in denaro corrisposto in dipendenza del rapporto di lavoro e non...

Read More
24
Mar

Licenziamenti collettivi rapporti concernenti la pubblica amministrazione

Corte di Cassazione, Sezione Lavoro civile Sentenza 8 marzo 2018, n. 5513   la norma risultante dalla L. 23 luglio 1991, n. 223, articolo 4, L. 23 luglio 1991, n. 223, articolo 5 e L. 23 luglio 1991, n. 223, articolo 24, in base alla quale le disposizioni in materia di licenziamenti collettivi riguardano esclusivamente...

Read More
24
Mar

Inabilità totale riconducibile ad infortunio sul lavoro

Corte di Cassazione, Sezione Lavoro civile Sentenza 7 marzo 2018, n. 5382 trattandosi di inabilita’ totale riconducibile ad infortunio sul lavoro, trova applicazione nell’ordinamento giuridico interno la regola di cui alla L. n. 222 del 1984, articolo 6, comma 1, lettera b) secondo cui l’iscritto nell’assicurazione generale obbligatoria per l’invalidita’ ha diritto alla pensione ordinaria...

Read More
20
Mar

Rendità o indennità per infortuni sul lavoro di natura fisica o psichica

Corte di Cassazione, Sezione Lavoro civile Ordinanza 5 marzo 2018, n. 5066 nell’ambito del sistema del TU, sono indennizzabili tutte le malattie di natura fisica o psichica la cui origine sia riconducibile al rischio del lavoro, sia che riguardi la lavorazione, sia che riguardi l’organizzazione del lavoro e le modalita’ della sua esplicazione; dovendosi ritenere...

Read More
17
Mar

Licenziamento disciplinare immediatezza comunicazione provvedimento

Corte di Cassazione, Sezione Lavoro civile Sentenza 1 marzo 2018, n. 4881 in tema di licenziamento per giusta causa, l’immediatezza della comunicazione del provvedimento espulsivo rispetto al momento della mancanza addotta a sua giustificazione, ovvero rispetto a quello della contestazione, si configura quale elemento costitutivo del diritto al recesso del datore di lavoro, in quanto...

Read More
13
Mar

Appalto interposizione fittizia di manodopera omesso ripristino rapporto di lavoro

Corte di Cassazione, Sezioni Unite civile Sentenza 7 febbraio 2018, n. 2990 in tema di interposizione di manodopera, ove ne venga accertata l’illegittimita’ e dichiarata l’esistenza di un rapporto di lavoro a tempo indeterminato, l’omesso ripristino del rapporto di lavoro ad opera del committente determina l’obbligo di quest’ultimo di corrispondere le retribuzioni,salvo gli effetti del...

Read More
11
Mar

Lavoro subordinato nozione di dipendenza alla quale è addetto il lavoratore

Corte di Cassazione, Sezione 6 L civile Ordinanza 8 febbraio 2018, n. 3154 la nozione di “dipendenza alla quale e’ addetto il lavoratore”, di cui all’articolo 413 c.p.c., deve essere interpretata in senso estensivo, come articolazione della organizzazione aziendale nella quale il dipendente lavora, potendo coincidere anche con l’abitazione privata del lavoratore, se dotata di...

Read More
11
Mar

Infortunio sul lavoro originato da assenza o inidoneità misure prevenzione

Corte di Cassazione, Sezione 4 penale Sentenza 8 febbraio 2018, n. 6121 In tema di prevenzione antinfortunistica, poiche’ le relative norme mirano a tutelare il lavoratore anche in ordine ad incidenti che possano derivare da sua negligenza, imprudenza ed imperizia, la responsabilita’ del datore di lavoro e, in generale, del destinatario dell’obbligo di adottare le...

Read More
11
Mar

Infortuni sul lavoro concorso di colpa lavoratore comportamento abnorme

Corte di Cassazione, Sezione 4 penale Sentenza 8 febbraio 2018, n. 6133 la colpa del lavoratore eventualmente concorrente con la violazione della normativa antinfortunistica addebitata ai soggetti tenuti ad osservarne le disposizioni non esime questi ultimi dalle proprie responsabilita’, poiche’ l’esistenza del rapporto di causalita’ tra la violazione e l’evento – morte o – lesioni...

Read More
11
Mar

Sicurezza sul lavoro munire lavoratore strumenti tecnologici

Corte di Cassazione, Sezione 4 penale Sentenza 8 febbraio 2018, n. 6150 sia preciso dovere dei soggetti che rivestano una posizione di garanzia, provvedere a munire il lavoratore dei piu’ moderni strumenti che la tecnologia offre, per garantire la sicurezza sul lavoro (cosi’, ex multis Sez. 4, n. 22249 del 14/03/2014, Rv. 259229). Sul punto...

Read More
11
Mar

Obbligo del datore di lavoro di garantire la sicurezza sui luoghi di lavoro

Corte di Cassazione, Sezione 4 penale Sentenza 8 febbraio 2018, n. 6156 il datore di lavoro ha l’obbligo di garantire la sicurezza del posto di lavoro, si’ che la condotta contraria, oltre che integrare gli estremi del delitto di cui all’articolo 437 cod. pen., si atteggia anche ad elemento costitutivo della colpa per inosservanza di...

Read More
10
Mar

Pubblico impiego svolgimento mansioni superiori retribuzione

Corte di Cassazione, Sezione Lavoro civile Sentenza 28 febbraio 2018, n. 4622 il dipendente che svolge mansioni superiori in relazione ad un ufficio dirigenziale, diversamente da quanto sostenuto nella sentenza impugnata, non ha diritto alla retribuzione di risultato per il solo fatto di avere svolto funzioni dirigenziali, poiche’ la stessa e’ connessa alla verifica dei...

Read More
10
Mar

Svolgimento attività lavorativa senza abilitazione richiesta dalla legge

Corte di Cassazione, Sezione Lavoro civile Sentenza 22 febbraio 2018, n. 4342 Qualora, infatti, per lo svolgimento di un’attivita’ lavorativa, sia richiesta dalla legge un’abilitazione o un titolo di studio abilitante, in ragione dell’incidenza di tale attivita’ sulla salute pubblica, o sulla sicurezza pubblica, la prestazione lavorativa, svolta in carenza di detti presupposti e’, anche...

Read More
10
Mar

Fusione tra società effetti sui rapporti di lavoro

Corte di Cassazione, Sezione Lavoro civile Ordinanza 27 febbraio 2018, n. 4533 la fusione comporta (nel testo anteriore alle modifiche introdotte, dal 1 gennaio 2004, dal Decreto Legislativo 17 gennaio 2003, n. 6, secondo cui la fusione tra societa’ si risolve in una vicenda meramente evolutivo-modificativa dello stesso soggetto giuridico, che conserva la propria identita’,...

Read More
07
Mar

Pubblico impiego licenziamento per incompatibilità e cumulo di impieghi

Corte di Cassazione, Sezione Lavoro civile Sentenza 14 febbraio 2018, n. 3622 Ai sensi dell’articolo 384 c.p.c., comma 1, si ritiene opportuno enunciare i seguenti principi di diritto: a) “la disciplina prevista dal Decreto del Presidente della Repubblica 16 gennaio 2002, n. 18, articolo 4, che, per i dipendenti delle Agenzie fiscali, prevede un regime...

Read More
25
Feb

Sanzioni previdenziali conseguenti a licenziamento illegittimo

Corte di Cassazione, Sezione Lavoro civile Sentenza 7 febbraio 2018, n. 2970 in tema di reintegrazione del lavoratore per illegittimita’ del licenziamento, ai sensi della L. 20 maggio 1970, n. 300, articolo 18, anche prima delle modifiche introdotte dalla L. 28 giugno 2012, n. 92, (nella specie, inapplicabile “ratione temporis”), occorre distinguere, ai fini delle...

Read More
25
Feb

Somministrazione di lavoro effettiva esistenza delle ragioni giustificative

Corte di Cassazione, Sezione Lavoro civile Sentenza 7 febbraio 2018, n. 2963 in tema di somministrazione di lavoro, la causale giustificativa indicata in “punte di intensa attivita’ derivanti dalla acquisizione di commesse che prevedono inserimento in reparto produttivo” sia assistita da un grado di specificita’ sufficiente a soddisfare il requisito di forma sancito dal Decreto...

Read More
25
Feb

Omissioni contributive datore lavoro danno risarcibile

l’omissione della contribuzione produce un duplice pregiudizio patrimoniale a carico del prestatore di lavoro, consistente, da un lato, dalla perdita, totale o parziale, della prestazione previdenziale pensionistica, che si verifica al momento in cui il lavoratore raggiunge l’eta’ pensionabile, e, dall’altro, dalla necessita’ di costituire la provvista necessaria ad ottenere un beneficio economico corrispondente alla...

Read More
22
Feb

Infortuni sul lavoro responsabile del servizio di prevenzione e protezione

Corte di Cassazione, Sezione 4 penale Sentenza 1 febbraio 2018, n. 4941 in tema di infortuni sul lavoro, il responsabile del servizio di prevenzione e protezione, pur svolgendo all’interno della struttura aziendale un ruolo non gestionale ma di consulenza, ha l’obbligo giuridico di adempiere diligentemente l’incarico affidatogli e di collaborare con il datore di lavoro,...

Read More
22
Feb

Infortuni sul lavoro comportamento abnorme del lavoratore responsabilità

Corte di Cassazione, Sezione 4 penale Sentenza 1 febbraio 2018, n. 4914 e’ abnorme soltanto il comportamento del lavoratore che, per la sua stranezza ed imprevedibilita’, si ponga al di fuori di ogni possibilita’ di controllo da parte dei soggetti preposti all’applicazione della misure di prevenzione contro gli infortuni sul lavoro, e che tale non...

Read More
14
Feb

Contratto collettivo di lavoro principio di libertà della forma

Corte di Cassazione, Sezione Lavoro civile Sentenza 2 febbraio 2018, n. 2600 Cio’ il giudice di rinvio dovra’ verificare alla luce dei seguenti principi di diritto: a) il principio di liberta’ della forma si applica anche all’accordo o al contratto collettivo di lavoro di diritto comune, di guisa che essi – a meno di eventuale...

Read More
11
Feb

Infortunio sul lavoro responsabilità datore di lavoro ex art 2087 cc

l’articolo 2087 c.c., non configura una forma di responsabilita’ oggettiva a carico del datore di lavoro, non potendosi automaticamente desumere dal mero verificarsi del danno l’inadeguatezza delle misure di protezione adottate: la responsabilita’ datoriale va infatti collegata alla violazione degli obblighi di comportamento imposti da norme di legge o suggeriti dalle migliori conoscenze sperimentali o...

Read More
01
Feb

Licenziamento per superamento del periodo di comporto L 604/1966 art 5

Il licenziamento per superamento del periodo di comporto configura una causa di impossibilita’ della prestazione lavorativa, di carattere temporaneo e implicante la totale impossibilita’ della prestazione, che determina ai sensi dell’articolo 2110 c.c., la legittimita’ del licenziamento quando ha causato l’astensione dal lavoro per un tempo superiore al periodo di comporto: discende dalla L. n....

Read More
26
Gen

Nullità contratto somministrazione D. Lvo n 276/2003

Corte di Cassazione, Sezione Lavoro civile Ordinanza 10 gennaio 2018, n. 339 la nullita’ che, al di la’ della espressa previsione di tale sanzione, limitata nel Decreto Legislativo n. 276 del 2003 al difetto di forma scritta, deve farsi discendere dalla natura imperativa ed inderogabile della disciplina relativa agli elementi essenziali del contratto di somministrazione,...

Read More
26
Gen

Trasferimento lavoratore divieto peggioramento condizione retributiva

Corte di Cassazione, Sezione Lavoro civile Sentenza 15 gennaio 2018, n. 747 In particolare si e’ sottolineato che la garanzia della necessaria corrispondenza delle qualifiche e dei profili professionali discende dal principio affermato dalla Corte di giustizia dell’Unione Europea che, con la sentenza 6 settembre 2011, in causa C 10810, ha evidenziato, in riferimento alla...

Read More
24
Gen

Licenziamento per giusta causa durante lo stato di malattia

Corte di Cassazione, Sezione Lavoro civile Sentenza 18 gennaio 2018, n. 1173 in tema di licenziamento per giusta causa, la condotta del lavoratore, che, in ottemperanza delle prescrizioni del medico curante, si sia allontanato dalla propria abitazione e abbia ripreso a compiere attivita’ della vita privata – la cui gravosita’ non e’ comparabile a quella...

Read More
21
Gen

Lavoro licenziamento requisito della comunicazione per iscritto

Corte di Cassazione, Sezione Lavoro civile Sentenza 12 dicembre 2017, n. 29753 il requisito della comunicazione per iscritto del licenziamento deve ritenersi assolto, in assenza della previsione di modalita’ specifiche, con qualunque modalita’ che comporti la trasmissione al destinatario del documento scritto nella sua materialita’

Read More
21
Gen

Lavoro congedo parentale funzione giusta causa di licenziamento

Corte di Cassazione, Sezione Lavoro civile Sentenza 11 gennaio 2018, n. 509 l’assenza dal lavoro per la fruizione del permesso deve porsi in relazione diretta con l’esigenza per il cui soddisfacimento il diritto stesso e’ riconosciuto, ossia l’assistenza al disabile. Tanto meno la norma consente di utilizzare il permesso per esigenze diverse da quelle proprie...

Read More
21
Gen

Lavoro infermità da causa di servizio natura del provvedimento

Corte di Cassazione, Sezione Lavoro civile Sentenza 15 gennaio 2018, n. 746 Il provvedimento amministrativo che riconosce la dipendenza da causa di servizio dell’infermita’ ha carattere non costitutivo ma meramente ricognitivo della infermita’ e della sua dipendenza causale. La disciplina relativa alle spese sostenute dal lavoratore pubblico per la cura delle infermita’ riconosciute dipendenti da...

Read More
20
Gen

Lavoro a tempo determinato condizioni di legittimità

Corte di Cassazione, Sezione Lavoro civile Ordinanza 2 gennaio 2018, n. 11 nelle situazioni aziendali complesse – in cui la sostituzione non sia riferita ad una singola persona ma ad una funzione produttiva specifica che sia occasionalmente scoperta – l’apposizione del termine deve considerarsi legittima se l’enunciazione dell’esigenza di sostituire lavoratori assenti – da sola...

Read More
19
Gen

Demansionamento lavoratore autotutela non applicabile

Corte di Cassazione, Sezione Lavoro civile Sentenza 16 gennaio 2018, n. 836 L’adibizione a mansioni non rispondenti alla qualifica rivestita puo’, difatti, consentire al lavoratore di richiedere giudizialmente la riconduzione della prestazione nell’ambito della qualifica di appartenenza, ma non lo autorizza a rifiutarsi aprioristicamente, e senza un eventuale avallo giudiziario che, peraltro, puo’ essergli urgentemente...

Read More
16
Gen

Licenziamento illegittimo indennità risarcitoria onnicomprensiva 12 e 24 mensilità

Una volta esclusa “la manifesta insussistenza del fatto posto a base del licenziamento per giustificato motivo oggettivo… nelle altre ipotesi – come quella in controversia – in cui accerta che non ricorrono gli estremi del predetto giustificato motivo, il giudice applica la disciplina di cui al quinto comma”, condannando il datore di lavoro al pagamento...

Read More
14
Gen

Risarcimento danni da demansionamento lavoratore

il demansionamento ben puo’ essere foriero di danni al bene immateriale della dignita’ professionale del lavoratore, e’ del pari vero che – per costante giurisprudenza di questa S.C. – essi non sono in re ipsa e devono pur sempre essere dimostrati (seppure, eventualmente, a mezzo presunzioni e/o massime di esperienza) da chi si assume danneggiato.

Read More
14
Gen

Infortunio sul lavoro responsabilità datore di lavoro

Corte di Cassazione, Sezione Lavoro civile Sentenza 5 gennaio 2018, n. 146 il riparto degli oneri probatori nella domanda di danno da infortunio sul lavoro si pone negli stessi termini dell’articolo 1218 c.c., circa l’inadempimento delle obbligazioni, da cio’ discendendo che il lavoratore il quale lamenti di aver subito un danno da infortunio sul lavoro,...

Read More
13
Gen

Contratto di formazione lavoro assegnazione mansioni diverse superiori

Corte di Cassazione, Sezione Lavoro civile Sentenza 5 gennaio 2018, n. 157 nell’impiego pubblico contrattualizzato, ai sensi del combinato disposto del Decreto Legislativo n. 165 del 2001, articolo 36, (nel testo antecedente alle modifiche apportate dalla L. n. 244 del 2007) e del Decreto Legge n. 726 del 1984, articolo 3, comma 5, qualora il...

Read More
12
Gen

Infortunio lavoro invalidità rendita permanente infermità causa servizio indennizzo

Corte di Cassazione, Sezione Lavoro civile Sentenza 3 gennaio 2018, n. 38 Il riconoscimento della dipendenza da causa di servizio di una infermita’ o di una lesione, con attribuzione del relativo equo indennizzo, non e’ ostativo, come consentito dal Decreto del Presidente della Repubblica 1 giugno 1979, n. 191, articolo 11, alla contestuale attribuzione di...

Read More
12
Gen

Attività commerciale ai fini previdenziali società di persone attività locazione di immobili

Corte di Cassazione, Sezione Lavoro civile Ordinanza 3 gennaio 2018, n. 25 la societa’ di persone che svolga una attivita’ destinata alla locazione di immobili di sua proprieta’ e si limiti a percepire i relativi canoni di locazione non svolge un’attivita’ commerciale ai fini previdenziali a meno che detta attivita’ non si inserisca in una...

Read More
12
Gen

Contratto lavoro termine inerzia lavoratore dopo scadenza risoluzione rapporto

Corte di Cassazione, Sezione 6 L civile Ordinanza 3 gennaio 2018, n. 15 in tema di contratto di lavoro a termine, la mera inerzia del lavoratore dopo la scadenza del contratto medesimo e’ di per se’ insufficiente a far considerare sussistente una risoluzione del rapporto per mutuo consenso in quanto, affinche’ possa configurarsi una tale...

Read More
11
Gen

Contratto di lavoro nullità clausola apposizione del termine

Corte di Cassazione, Sezione Lavoro civile Ordinanza 2 gennaio 2018, n. 6 il rapporto di lavoro subordinato e’ normalmente a tempo indeterminato, costituendo l’apposizione del termine un’ipotesi derogatoria pur nel sistema, del tutto nuovo, della previsione di una clausola generale legittimante l’apposizione del termine “per ragioni di carattere tecnico, produttivo, organizzativo o sostitutivo”. Di conseguenza,...

Read More
11
Gen

Contratto a termine dei dipendenti postali indicazione lavoratori sostituiti

Corte di Cassazione, Sezione Lavoro civile Ordinanza 2 gennaio 2018, n. 4 in tema di contratto a termine dei dipendenti postali, l’assunzione per “necessita’ di espletamento del servizio in concomitanza di assenze per ferie nel periodo giugno – settembre” costituisce un’ipotesi di assunzione a termine prevista dall’articolo 8 del c.c.n.l. del 26 novembre 1994, in...

Read More
11
Gen

Accertamento natura subordinata del rapporto di lavoro

Corte di Cassazione, Sezione Lavoro civile Sentenza 2 gennaio 2018, n. 1 in caso di domanda diretta ad accertare la natura subordinata del rapporto di lavoro, qualora la parte che ne deduce l’esistenza non abbia dimostrato la sussistenza del requisito della subordinazione – ossia della soggezione del lavoratore al potere direttivo, organizzativo e disciplinare del...

Read More